venerdì, gennaio 29, 2010

PROGETTO PUTIS


Il massacro avvenne nel 1984, durante la presidenza di Fernando Belaúnde Terry, durante una forte offensiva dell'esercito guerrigliero di Sendero Luminoso, che combatté dal 1980 al 2000: l'esercito regolare peruviano fu costretto a discendere le alture andine e fermatosi nel villaggio di Putis radunò parte della popolazione, tutti campesinos, a cui fece scavare una fossa lunga circa dodici metri, larga sei e profonda circa tre. Questa fossa tre giorni dopo fu riempita dai 120 corpi dei campesinos uccisi per rappresaglia come risposta all'offensiva di Sendero Luminoso nella regione di Ayacucho.

Il tribunale che ha ordinato l'esumazione sta investigando sulle modalità e i motivi, soprattutto per cercare di rintracciare e punire i militari che hanno partecipato ed attuato questa vera e propria mattanza.